Cerca Medico

Angiologia e Chirurgia Vascolare

AngiologiaL’angiologia (dal greco àngios “vaso” e lògos “studio”) è quella branca della medicina che studia l‘anatomia dei vasi sanguigni e linfatici e le patologie che li colpiscono, proponendo terapie farmacologiche ove necessario e attuando prevenzioni per modificare gli eventuali fattori di rischio che possono innescarle.

La chirurgia vascolare (dal greco chèir, “mano” ed èrgon “opera”, ovvero lavoro fatto con la mano) ha lo stesso campo di azione ma prevede una risoluzione chirurgica. Angiologia e angiochirurgia possono interagire fra loro, al fine di individuare e trattare al meglio ogni patologia riscontrata.

La visita angiologica

La visita angiologica mira ad individuare, escludere o controllare nel tempo patologie congenite o acquisite, acute o croniche di arterie (aterosclerosi, aneurismi, trombosi, vasculiti), vene (varici, trombosi, embolie, flebiti) e dei vasi linfatici, e curare le loro conseguenze (ulcere, ischemia) proponendo una terapia conservativa che si avvale di farmaci, presidi protesici (calze e bende elastiche) e suggerire ulteriori approfondimenti diagnostici (arteriografia, angioTAC).

La visita angiochirurgica

La visita angiochirurgica è utile per valutare se una patologia vascolare o sue complicanze, valutate allo stesso modo della visita angiologia, sono suscettibili di correzione chirurgica.

Come si esegue la visita angiologica o angiochirurgica

La prima fase della visita angiologicaangiochirurgica consiste nella raccolta di informazioni generali sul paziente e sulla sua storia clinica (anamnesi), per individuare eventuali fattori di rischio per malattie cardiovascolari (ipertensione arteriosa, diabete mellito, dislipidemia, tabagismo, consumo di alcool), integrando eventualmente questi dati con esami di laboratorio eseguiti nel passato.

Successivamente, si esegue l’esame obiettivo, ovvero una breve visita generale con ispezione, palpazione, percussione ed auscultazione con particolare riferimento ai vasi, valutazione della cute e dei suoi caratteri e di eventuali sue alterazioni. Alcune manovre possono essere adoperate per evidenziare alterazioni che normalmente non sarebbero visualizzabili. A discrezione dell’operatore, può essere eseguito l’esame eco-dolor-doppler di un distretto per confermare il sospetto di alterazioni vascolari.

La visita angiologicaangiochirurgica può terminare con una proposta terapeutica conservativa (farmaci) o chirurgica (intervento), oppure possono essere prescritti eventuali approfondimenti diagnostici per comprendere meglio il quadro clinico del paziente.

Esami effettuati presso il Centro Medico Polispecialistico Smart Medical Service (SMS)

  • Ecocolordoppler tronchi sovraortici (TSA)
  • Ecocolordoppler arterioso/venoso arti inferiori e superiori
  • Ecocolordoppler transcranico delle arterie celebrali
  • Ecocolordoppler tratto aortico-addominale

Hai bisogno di una visita specialistica angiologica o angiochirurgica?

I nostri specialisti