Cerca Medico

Idrocele. Cos’è e come diagnosticarlo?

08/04/2016

Cos’è?

L’idrocele è una patologia caratterizzata da un versamento di liquido sieroso nel testicolo, e più precisamente nella cosiddetta tonaca vaginale, ovvero la membrana che avvolge il testicolo.
Questa condizione si manifesta con l’ingrossamento di uno o di entrambi i testicoli.
Accade cioè che, per un eccessivo accumulo di liquido sterile dentro la tunica vaginale, Il liquido non viene riassorbito e rimane tra il testicolo e la membrana, causandone il rigonfiamento.
Si tratta di un disturbo abbastanza comune, che nella maggior parte dei casi scompare autonomamente entro il primo anno di vita.
Le cause dell’idrocele sono sconosciute, è congenito, e prende il nome di idrocele primario, ma talvolta la sua comparsa è strettamente collegata alla presenza di un’ernia inguinale o di altre patologie, come infezioni e cancro. In questo caso viene chiamato idrocele secondario.
L’idrocele non provoca dolore e non causa sterilità, ma il rigonfiamento dei testicoli può raggiungere anche i 15 centimetri di diametro. Negli adulti questa patologia può comparire dopo i 40 anni.
La sua presenza comporta la compressione del testicolo da parte del liquido contenuto nella sacca scrotale, con conseguente alterazione del normale sviluppo del testicolo, nonché la possibile evoluzione verso la formazione di un’ernia inguinale.

Come diagnosticarlo?

Attraverso una Ecografia Testicolare è possibile diagnoticare eventuali casi di varicocele.
Si tratta di un esame del tutto indolore e senza alcun effetto collaterale.

Presso il Centro Medico SMS nei mesi di Aprile e Maggio
è possibile prenotare l’Ecografia Testicolare al costo di 25 euro

Per prenotare subito la Ecografia clicca qui oppure chiama il numero 0803735652

varicocele

Posted in News by admin