Cerca Medico

Medicina dello Sport

Medicina dello SportLa Medicina dello Sport si occupa della prevenzione e della tutela della salute dello sportivo.

L’obiettivo primario della visita medico-sportiva è di escludere la presenza di patologie o malformazioni che controindichino l’attività agonistica.

Il rilascio della certificazione di idoneità alla pratica sportiva agonista è demandato esclusivamente al medico specialista in Medicina dello Sport operante nelle strutture pubbliche o in quelle private autorizzate (L.R. Puglia 18/2013).

Il  certificato di idoneità non agonistica, invece, può essere rilasciato, dopo una accurata visita medica ed un ECG di base, dal proprio medico di base o dal proprio pediatra di base, ma anche da uno specialista in medicina dello sport (D.M. 24 aprile 2013).

Quali differenze vigono tra i due certificati?

Il certificato di buona salute, ovvero di idoneità sportiva non agonistica, è generico cioè non vi è indicazione dello sport praticato. Un unico certificato permette quindi la pratica di diversi sport non agonistici.

Il certificato di idoneità sportiva agonistica è specifico, con indicato lo sport per cui è stata concessa l’idoneità e quindi può essere utilizzato solo per quello sport in particolare, anche se, in occasione della visita di idoneità, lo specialista può rilasciare tanti certificati quanti sono gli sport praticati.

Gli sport sono stati suddivisi in due tipologie, a seconda dell’impegno necessario: gli sport di Tabella A, con impegno muscolare e cardio-respiratorio lieve o moderato, gli sport di Tabella B con impegno muscolare e cardio-respiratorio elevato.

In base alla tabella di appartenenza vengono effettuati diversi tipi di accertamenti.

SPORT di TABELLA “A”

  • Visita medica
  • Esame completo delle urine
  • Elettrocardiogramma a riposo

SPORT di TABELLA “B”

  • Visita medica
  • Esame completo delle urine
  • Elettrocardiogramma a riposo
  • Elettrocardiogramma dopo step-test
  • Ecg durante lo sforzo.
  • Spirometria

Gli atleti al di sotto dei 40 anni sono obbligati a portare un campione delle urine prelevate al mattino o mezz’ora prima della visita. Gli atleti con età superiore ai 40 anni sono tenuti ad integrare la documentazione con analisi completa delle urine ed analisi del sangue che comprenda numerose voci  come Emocromo, VES, azotemia, glicemia, colesterolo, trigliceridi, lipidemia, transaminasi, elettroforesi, LDL, HDL.

Hai bisogno di una visita specialistica per idoneità sportiva?

Medico Competente
Dr. Graziello Schiraldi | Medicina dello Sport
Dr. Graziello Schiraldi
Medico dello Sport